Splash Box – Integrazione & Contaminazione Musicale La Musica salva l'anima

Scritto da il 27 Febbraio 2019

Un pomeriggio straordinario quello appena passato con i ragazzi e le ragazze degli Sprar (Sistemi di protezione richiedenti asilo e rifugiati) della Iblea Servizi Territoriali di Calascibetta e Centuripe insieme al gruppo Meetme (incontrare l’altro, incontrare Gesù) della parrocchia di Santa Lucia di Enna Bassa. Questa puntata radiofonica così come l’incontro tra i gruppi è nato per caso e come le cose che capitano così per caso si tramuta in qualcosa di straordinario, accomunando la voglia di fare radio in una voglia di conoscere e scoprire l’altro, la sua storia, le sue esperienze, quelle differenze che uniscono anche attraverso momenti di musica e aggregazione interculturale. Vedere tutti i ragazzi insieme all’interno del nostro studio di registrazione è stato un momento realmente speciale perchè questi ragazzi e  queste ragazze sono andati oltre il colore della pelle contaminandosi musicalmente. Con la Iblea Servizi Territoriali c’è un rapporto ormai consolidato dove l’obiettivo che vogliamo raggiungere insieme è quello di creare sia un programma radiofonico, dove i protagonisti sono proprio i beneficiari degli Sprar stessi, ma soprattutto una digital radio dedicata al mondo sprar con musiche e canzoni che provengono dai vari paesi africani. Il gruppo Meetme invece lo abbiamo conosciuto in questo momento di contaminazione musicale e sono stati i ragazzi stessi insieme al loro educatore Claudio a raccontarci il loro mondo. Il gruppo Meetme ha come obiettivo quello di fare condivisione in modo gioioso, creare un gruppo di amicizia per uno scambio di quotidianità, di emozioni e di momenti di fede. La loro idea di condividere emozioni li ha portati a pensare a qualcosa di piacevole per tutto il gruppo, qualcosa  che avesse a che fare con la musica. Ed è’ così che nasce l’idea di conoscere da vicino la realtà di una radio, nello specifico la digital radio presente nel territorio, Bedda Radio, conoscerne la storia,  il sogno e  soprattutto toccare con mano come funziona una radio con il sorriso sulle labbra. E’ stato un pomeriggio caldo, lontano dall’odio che ci viene quotidianamente proposto dai mezzi di comunicazione, dalla politica, dalla partitica. E’ stato un pomeriggio di verità, di condivisione, di contaminazione musicale, di integrazione, di sorrisi. E’ stato un pomeriggio di musica. Non è una frase stereotipata ma toccandola con mano è qualcosa di reale, la musica salva l’anima!


Opinioni dei lettori

Rispondi


Traccia Attuale

Titolo

Artista

Background
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: