Funk

Funk, Soul, Groove, R&B

Background
share close
Lunedì 00:00 trending_flat 02:00
Lunedì 20:00 trending_flat 00:00
Martedì 00:00 trending_flat 02:00
Martedì 20:00 trending_flat 00:00
Mercoledì 00:00 trending_flat 02:00
Mercoledì 20:00 trending_flat 00:00
Giovedì 00:00 trending_flat 02:00
Giovedì 20:00 trending_flat 00:00
Venerdì 00:00 trending_flat 02:00
Venerdì 20:00 trending_flat 00:00
Sabato 00:00 trending_flat 02:00
Sabato 20:00 trending_flat 00:00
Domenica 00:00 trending_flat 02:00
Domenica 20:00 trending_flat 00:00

Da wikipedia: “Il Funk è un genere musicale nato negli Stati Uniti nella metà degli anni ’60 da musicisti afroamericani. La loro intenzione era quella di creare uno stile musicale ritmato e ballabile che prendeva spunto dai generi soul, jazz e rhythm and blues (R&B). Questo genere riduce l’importanza della melodia e della progressione di accordi presenti nei generi vicini in favore di un marcato groove scandito dal basso elettrico e da una batteria molto presente. Come in gran parte della musica afroamericana, anche nel funk si ritrovano marcati e incalzanti incastri ritmici suonati dai vari strumenti. Il funk usa gli stessi accordi estesi utilizzati nel bebop jazz, come accordi minori con l’aggiunta degli intervalli di settima e undicesima o accordi dominanti con l’aggiunta dell’intervallo di nona alterato.

Il termine è stato coniato negli Stati Uniti negli anni sessanta, per indicare delle caratteristiche ritmiche e sonore presenti in diversi ambiti musicali. Inizialmente il termine fu usato nel jazz per indicare un approccio musicale rude e libero da sofisticazioni, con riff ripetitivi e con un ritmo incalzante. In seguito l’aggettivo funky fu utilizzato sempre più anche in altri ambiti musicali come il soul e il R&B.

La copertina del programma ci è sembrata la più adatta per il genere che trattiamo nelle 6 ore di musica no stop dedicata a Funk, Soul, Groove e R&B.

L’immagine è la locandina di un festival dedicato al Funk e al Soul che annualmente viene proposto, The Soundcrash Funk and Soul Weekender.

Potete acquistare la copertina sul sito di New Analog, illustratore di Manchester che realizzò la locandina per il festival nel 2016, il formato è A2 ed è di sicuro impatto nella stanza di ogni appassionato del genere musicale.


CONTATTACI

bedda-radio-logo-footer-200