ALZA LO STEREO A PALLA!

Scritto da il 1 Giugno 2017

Finalmente l’estate è ormai alle porte. Tempo di mare, di far tardi la sera in compagnia degli amici ma, soprattutto, di quella irrefrenabile voglia di scorribande in auto con il finestrino abbassato e la musica a palla.
Pensate di essere tamarri? Vi sbagliate (almeno nella maggior parte dei casi). Un neuroscienziato, il Dott. Dean Burnett, ha studiato come si comporta il nostro cervello quando ascoltiamo musica in diversi contesti ed è giunto a delle importanti conclusioni. Prima di tutto, l’ascolto stimola ricordi ed emozioni, ci piace molto di più se la musica è nuova e se va, in parte, contro i nostri gusti abituali. La seconda, curiosa, osservazione fatta dal Dott. Burnett, è che in auto l’ascolto ci piace di più. Perché? La causa è da attribuire al rumore di fondo, ossia il rumore della strada, che essendo molto ripetitivo ci stimola ad ascoltare meglio le sfumature delle canzoni e ad apprezzarle di più. Infine, il terzo motivo è quello che viene definito “spostamento dell’eccitazione”; in pratica, che si tratti di un giro in macchina o di una discesa spericolata sulle montagne russe, il nostro cervello si convince che siamo in una situazione di pericolo, rilascia forti dosi di adrenalina che si sommano al piacere della musica che stiamo ascoltando, aumentando così lo stato di eccitazione. Non manca poi la componente emotiva: alzi la mano chi alla guida non avverte quella sensazione di potere e libertà. La musica a palla non fa che accentuare queste sensazioni positive e dunque…ci piace! Per cui, non sentitevi in colpa se vi riconoscete in tutto quello che avete appena letto. Siete persone normali, che vanno su di giri grazie al mix auto-musica. Dunque, finestrino giù, piede sul gas (con le dovute precauzioni) e musica a palla!


Opinioni dei lettori

Rispondi


Traccia Attuale

Titolo

Artista

Background